SPIRITUALITA’ FEMMINILE

La spiritualità femminile è una delle forze più ricche e dinamiche del paganesimo moderno. Le donne sono rispettate in tutte le tradizioni pagane e hanno arricchito il paganesimo stesso con una visione potente della Dea: il lato femminile del divino che è stato ignorato per molto tempo. Le donne hanno stabilito delle proprie tradizioni che hanno forme diverse e a volte sono spesso connesse con il movimento femminista. Ispirandosi alla immagine della Dea, esplorano i misteri femminili. Questo implica la negazione di tutto quello che è considerato patriarcale e per disfarsi deli stereotipi femminili della società spesso vengono utilizzati il mito, il canto e la danza. Le tradizioni femminili sono eclettiche e la loro struttura flessibile; tendono ad essere molto creative e utilizzano elementi spontanei, imparando ad utilizzare la loro natura selvaggia ed istintiva per diventare consapevoli del loro potere intrinseco.

Una delle tradizioni femminili più conosciuta è il movimento delle Dianiche, in onore della Dea Diana. Fondato negli Stati Uniti negli anni ’70 da Zsuzsanna Budapest è una corrente neopagana ginocentrica, che unisce la religione della Grande Madre a quella della stregoneria moderna e dei movimenti femministi. E’ una tradizione iniziatica di tipo circolare (Strega iniziata, Sacerdotessa e Alta Sacerdotessa) basata sui misteri del sangue e sul potere della donna, che aspira al ritorno del Femminile Sacro. Le dianiche escludono gli uomini all’interno del loro gruppo, vedendo la loro tradizione come una religione esclusivamente di donne. Il divino maschile viene considerato come una variazione della Dea stessa.

   Enviar artículo en formato PDF